Mariella e Alfonso Caputo

Ristorante: Taverna del Capitano
Indirizzo: Piazza delle Sirene, 10/11 – Località Marina del Cantone 80061 – Massa Lubrense (Napoli)
Tel.: +39 081 8081028
Web: tavernadelcapitano.it
E-mail: info@tavernadelcapitano.it

Classe 1967, sommelier, è proprietaria con il fratello Alfonso del ristorante con camere Taverna del Capitano (il capitano in questione è Salvatore, il padre), che vanta una stella Michelin a Massa Lubrense (Na). Ha due figli, Fabrizio e Federica. Così racconta la sua storia: «A volte, pensando al passato, credo di essere nata con la divisa di servizio e un calice di vino in mano! Il destino sembrava portami altrove: le mie doti artistiche e l’amore per il pianoforte… La voglia di viaggiare e conoscere mi spinsero a frequentare il Conservatorio di S. Pietro a Maiella e a iscrivermi a Economia e Commercio. Fuggivo da Nerano, piccolo borgo di provincia, realtà troppo piccola per le mie aspirazioni di adolescente. Papà Salvatore è riuscito a trasformare la mia gabbia in un grande sogno. A far diventare una taverna uno dei più importanti ristoranti del Sud Italia, in cui tutta la famiglia può esprimere il suo talento e portare un contributo nell’obiettivo comune di soddisfare i nostri clienti. E poi devo parlare di mamma Grazia, grande cuoca di cucina tradizionale. E di mio fratello Alfonso, desideroso di imparare dai grandi maestri della cucina mondiale, come Georges Blanc, Gualtiero Marchesi, Antonio Sciullo e tanti altri. Fino a far salire a bordo del nostro sogno mio marito Claudio, travolto dalla passione della famiglia per la ristorazione e l’ospitalità. Insomma, non potevo viaggiare fisicamente: ma i clienti, la conoscenza dei prodotti e l’entusiasmo dei protagonisti erano il mio mezzo per girare il mondo».

Da giovanissima ha sempre seguito i suoi, soprattutto in Italia e in Francia, per conoscere vini, cibi e prodotti. La curiosità l’ha portata a frequentare la scuola di pasticceria Etoile di Rossano Boscolo; a lavorare nelle sale dei più famosi ristoranti dell’epoca. I frutti sono arrivati. È stata prima sommelier della Campania e finalista primo sommelier d’Italia nel 1994, poi componente del panel al Premio Nazionale Ercole Olivario in qualità di mastro oleario. «Ho scoperto alfine che anche le donne – sì, le donne! – potevano diventare maître». I premi successivi hanno ratificato tale realtà.

Vuoi far parte anche tu del mondo ADG?

DIVENTA AMBASCIATORE

L’eccellenza fa la forza!
Insieme, per valorizzare in tutto il Mondo il patrimonio enogastronomico e agroalimentare Made in Italy.
Insieme, per rappresentare in tutto il mondo il
concetto italiano di gusto.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vuoi essere sempre informato sulle attività in programma degli Ambasciatori?

ho letto e accetto la privacy policy

Iscriviti alla Newletters