© Matteo Carassale

Giorgio Servetto

Ristorante: Nove Ristorante
Indirizzo: Via Privata Montagu 9 17021 Alassio (Savona)
Tel.: +39.0182/646140
Web: www.noveristorante.it
E-mail:  info@noveristorante.it

Giorgio Servetto é nato a Savona nel 1975. Di famiglia ligure, trascorre la sua infanzia tra il mare e le montagne: Albissola e Palo di Sassello. Già da bambino si avvicina al mondo della cucina grazie al padre e grazie alla cascina di famiglia a Palo che gli permette di conoscere sapori e prodotti autentici e genuini. Cresce a contatto con la terra e con gli animali della tenuta. Essendo un paese vicino al confine con il Piemonte, i sapori e gli odori della tradizione ligure si mescolano a quelli piemontesi. Nel 1995 si diploma all’Istituto Alberghiero ‘Elio Miretti’ di Finale Ligure (SV). Durante gli studi, lavora nell’ambito della ristorazione: agli inizi come semplice garzone di pizzeria avvicinandosi passo dopo passo a cariche sempre più importanti. La dedizione al lavoro è sempre stata un punto cardine della sua vita. A metà degli anni 90, Giorgio inizia a fare ricerca e frequenta diversi corsi di cucina e ristorazione. Uno fra i più importanti e significativi è stato il corso di ‘Cucina Classica Francese’ tenuto dallo chef Gianluca Strobino, sous chef del ristorante di Alain Ducasse Louis XV (Hotel de Paris) di Montecarlo. Proprio in questo periodo si avvicina alla cucina francese e ai suoi prodotti.

Nell’aprile del 2005, insieme ad un amico, Giorgio apre il suo primo ristorante: Ü sciarattü ad Alassio (SV). Qui propone piatti classici della cucina ligure e cucina creativa sempre rispettando la qualità delle materie prime. Nel 2010 il ristorante chiude e Giorgio continua a lavorare presso altre strutture in Liguria. Nel 2012, viene chiamato a seguire i fornelli de La locanda dell’Asino ad Alassio (SV). Si avvicina all’alta cucina e a raffinare le sue tecniche. In questo ristorante gourmet Giorgio ottiene molti riconoscimenti importanti, nell’ottobre del 2014 viene premiato da Le guide dell’Espresso 15 su 20 e con un cappello; nel dicembre dello stesso anno viene premiato come Cucina d’Autore dalla guida del TouringClub Italiano. Nel 2013 trascorre un mese presso Antica Osteria del Ponte a Cassinetta di Lugagnano (MI), un tempio della cucina italiana. Nel gennaio 2015, frequenta per diverse settimane le cucine dello chef Enrico Bartolini al ristorante Devero, due stelle Michelin, a Cavenago di Brianza (MB). Proprio nelle cucine dello chef Bartolini emerge un nuovo Giorgio con una visione completamente diversa, più ampia e moderna della cucina. A gennaio 2016 conclude il suo percorso a La locanda dell’Asino. Nel marzo 2016 viene assunto come Executive Chef presso l’Historical Suite Relais Villa della Pergola ad Alassio (SV). Dall’unione della freschezza e innovazione della sua cucina e l’eleganza storica e intramontabile del relais, nasce una nuova combinazione: NOVE. Da gennaio 2018 è tutor esterno di ALMA La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, per le lezioni nei corsi di cucina (sia in italiano che in lingua inglese) sulla cucina tradizionale ligure. Nell’inverno del 2018, inizia una piccola produzione di insaccati (testina in cassetta, salame d’oca, di capriolo e cinghiale) nella sua cascina di Palo di Sassello, produzione esclusivamente realizzata per il ristorante, aiutato dall’amico Marco, macellaio del paese e fornitore del ristorante Nove dal 2017. A febbraio 2019 trascorre alcune settimane nelle cucine dell’amico Flavio Costa, chef del Ristorante 21.9 a Piobesi d’Alba, una stella Michelin. Momento nato dalla necessità di confronto, per chef Servetto, con un territorio d’eccellenza come le Langhe.