Fabrizio Nonis

Fabrizio Nonis nasce a Toronto; figlio di emigrati (mamma italo-svizzera, papà veneto-friulano) ma con un grande legame con l’Italia e precisamente con Cinto Caomaggiore (Portogruaro – VE), nella terra di mezzo tra due splendide regioni: Veneto e Friuli-Venezia Giulia. 

Ha vissuto gran parte dell’infanzia a Toronto, nutrendo fin dalla tenera età una crescente curiosità per il luogo di lavoro del padre, una gastronomia-macelleria che dispensava in terra canadese prodotti rigorosamente italiani. 

Figlio d’arte dunque con un padre macellaio, un nonno “casolin” (pizzicagnolo) e una madre appassionata di cucina; l’iniziazione all’universo culinario è arrivata in modo naturale, fra gli odori e i sapori della gastronomia del padre e la ritualità dei gesti della madre, indaffarata con pentole e tegami. 

Fabrizio, dopo gli studi superiori in Italia, ritorna in Canada per un master in pubbliche relazioni aziendali internazionali. Alla fine degli anni ’80, decide di dedicarsi alla sua grande passione: la macelleria

La sua intuizione è stata quella di rivalutare il mestiere di macellaio che nella sua terra è ancora chiamato con il nome dialettale Bekér. Grazie all’esperienza sul campo e agli studi conseguiti e unendo le approfondite conoscenze del mondo della carne alle nozioni di marketing e comunicazione, ha potuto gettare le basi per ciò che sarebbe divenuta la sua carriera professionale. 

Con le sue apparizioni televisive ha contribuito a far conoscere non solo il mondo della carne ma anche quello degli eventi, delle fiere, dei congressi gastronomici, dei siti turistici, delle realtà locali e nazionali e dei personaggi di rilievo. 

Nel 2004 è entrato ufficialmente nel mondo giornalistico e ama autodefinirsi macellaio-comunicatore.

Nel 2005 in un viaggio professionale in Marocco ha scoperto Marrakech e qui ha deciso di promuovere una serie di iniziative accademiche per dare lustro e visibilità alla vera cucina italiana. Una parte fondamentale del suo lavoro di comunicatore è proprio quella di far conoscere anche oltre confine tutti i prodotti d’eccellenza che da sempre contraddistinguono l’Italia.

Nel corso degli anni ha partecipato a svariati programmi televisivi come “La Prova del Cuoco – RAI UNO”, “TG2 Eat Parade – RAI DUE”, “TG5 Gusto – CANALE 5” ma ha anche lavorato con Alice TV, Marco Polo nelle famose produzioni “In punta di coltello”, “Pane e Salame” “Dalle Dolomiti alla Laguna”, “Dalle Malghe al Mare”, “Casa Alice”, “Assaggio a Nord-est”. 

Inoltre, da circa 15 anni conduce personalmente la sua azienda di produzioni televisive “Sconfinando” che ha prodotto dei format televisivi per varie emittenti fra cui spicca “Gambero Rosso Channel-SKY” con cui collabora da diversi anni attraverso seguitissimi programmi come “Beker On Tour”, “Forchette Stellari” “Marrakchef Express” e “Marocco by Beker”. 

Nel 2015, anno fondamentale per il Food Italiano con EXPO Milano, ha fatto da Testimonial Ambassador per il Brasile e il Marocco, per la Regione Friuli-Venezia Giulia e per la Regione Veneto. 

È assiduamente ospite delle Ambasciate durante la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo per parlare di cucina e di prodotti Italiani e in questi anni ha portato il suo contributo in molti paesi fra cui Thailandia, Marocco, India, Spagna e Stati Uniti. 

“Vorrei riuscire a trasmettere la passione per la mia terra e per tutti i suoi prodotti”, dice.