Luca Gambaretto

Ristorante: Ristorante Maffei
Indirizzo: Piazza Erbe, 38, 37121 Verona VR
Tel.: +39 045 801 0015
Web:  www.ristorantemaffei.it
E-mail:  info@ristorantemaffei.it

Luca Gambaretto, classe 1989, nato e cresciuto tra le mura di Verona.

La sua è una storia un po’ atipica nel mondo della ristorazione: nel 1990 papà Ferdinando, di professione commercialista, rileva insieme ad altri soci il Ristorante Maffei, storico locale nel pieno centro della città scaligera. Luca era nel passeggino, doveva ancora compiere un anno, ma proprio lì, in quel preciso momento come tutti i colpi di fulmine che si rispettino, è scoccata la scintilla.

Nel 2003, ormai adolescente, si iscrive all’Istituto di Ragioneria e nel frattempo, durante le estati e nei fine settimana, riveste le più svariate mansioni all’interno del ristorante: passa dalla cucina come lavapiatti, lava bicchieri, commis ai primi, per poi capire che è la sala il suo vero habitat naturale.

Terminati gli studi superiori, frequenta la facoltà di Verona di Economia e Management delle Imprese di Servizi senza mai abbandonare il lavoro ed è infatti nel 2010 che avviene la svolta.

Durante un periodo di grande cambiamento nell’attività di famiglia, si presenta la possibilità di prendere in mano il ristorante e Luca, senza pensarci due volte, coglie al volo l’opportunità.

Dopo un inizio non facile, fatto di sacrifici, si laurea e decide di aprire il suo nuovo locale, il primo a proporre Comfort Food a Verona: Oblò.

Nel 2017 decide di ampliare le vedute e le responsabilità: l’anno è caratterizzato dall’apertura di Oblò Trento; Saos, locale legato al concetto salutista che ora punta a replicarsi in altre città, e Amo Bistrot, un moderno bistrot che propone una cucina fusion strizzando l’occhiolino alla tradizione.

La vena imprenditoriale però non va ad inficiare quella che è e resta la vera passione di Luca: il contatto con il cliente, il piacere di far stare bene l’ospite. La sala è il fondamento del suo fare ristorazione ed è su questo punto che sviluppa realmente il mestiere con la convinzione che proprio nella sala stia il futuro di questo mondo.