Dario Bressanini

Dario Bressanini si laurea in chimica con 110/110 e lode presso l’Università di Milano nel 1988, dove poi ha ottenuto il dottorato di ricerca in Chimica.

Dal 1995 è ricercatore universitario, prima presso il dipartimento di chimica dell’Università degli studi di Milano e poi presso il dipartimento di scienze Chimiche e Ambientali, dell’Università degli studi dell’Insubria.

Svolge attività didattica presso l’Università dell’Insubria a Como dove insegna “Chimica e Tecnologia degli Alimenti”. È un chimico fisico teorico che si occupa di simulazioni stocastiche dell’equazione di Schroedinger per sistemi atomici e molecolari.

Ha trascorso alcuni periodi di studio e ricerca presso l’università della California, Berkley USA e la Georgetown University, Washington DC. Ha pubblicato circa 60 lavori scientifici su giornali e riviste nazionali e internazionali, ed alcuni capitoli di libri.

Svolge attività di divulgazione scientifica collaborando con la rivista Le Scienze, dove è titolare dela rubrica mensile “Pentole e provette” dedicata all’esplorazione scientifica del cibo e della gastronomia e con il quotidiano Il Fatto Quotidiano.

Nel 2009 ha pubblicato, per Zanichelli, un libro divulgativo sugli organismi geneticamente modificati dal titolo “OGM tra leggende e realtà”

Nel 2010 ha pubblicato, per ChiareLettere, il libro “Pane e Bugie”: un saggio sulla disinformazione in campo alimentare.

Nel 2011 ha pubblicato per Dedalo “I giochi matematici di fra’ Luca Pacioli”.

Nel 2013 ha pubblicato per Chiarelettere “Le bugie nel carrello”: un saggio sulle leggende e i trucchi del marketing dei prodotti alimentari.

Nel 2014 ha pubblicato per Gribaudo “La scienza della pasticceria, la chimica del bigné”.

Nel 2015 insieme a Beatrice Mautino ha pubblicato per Rizzoli “Contronatura”, un saggio su sul cibo e la natura.

Nel 2016 ha pubblicato per Gribaudo “La scienza della carne, la chimica della bistecca e dell’arrosto”.

È anche autore del popolare blog “Scienza in Cucina”, il primo blog scientifico d’Italia per accessi, dove tratta con taglio scientifico sia temi gastronomico-scientifici che altri dedicati alle biotecnologie agrarie, alla produzione agricola, alla percezione del rischio alimentare, alla chimica in cucina e altro.

Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche in qualità di ospite. Nel 2010 è stato nel cast della trasmissione di divulgazione scientifica Cosmo, di Rai3. Nel 2011/2012 è stato protagonista della miniserie televisiva “La casalinga e lo scienziato” per la Televisione Svizzera dove in brevi puntate di 10 minuti si illustravano gli aspetti scientifici di particolari ricette o alimenti.